Sinus lifting

Questa tecnica è una manovra delicata che comporta il sollevamento (rialzo) della membrana sinusale del pavimento del seno mascellare per aumentare il volume osseo dove non c’è abbastanza spazio per impianti dentali. La tecnica di sinus lifting consiste nel posizionare un innesto osseo nel seno mascellare, senza modifiche per la cavità nasale.

Le immagini TAC ci forniscono le informazioni necessarie riguardanti i seni, la condizione della membrana, lo spessore della cresta ossea, la morfologia del pavimento del seno e lo spessore delle pareti vestibolare e palatale del seno. Ci permette di adattare le tecniche chirurgiche a seconda delle particolarità anatomiche della zona (vasi sanguigni, nervi). La membrana del seno riveste le pareti sinusali ed è estremamente sottile.

Lo scopo di questo intervento è quello di inserire i materiali di addizione ossea tra l’osso alveolare e la membrana sinusale, senza danneggiare la membrana.

Le tecniche piezochirurgiche utilizzate risparmiano i tessuti molli, lasciando intatta la membrana, mentre gli strumenti speciali usati per il rialzo della stessa hanno un tasso di successo del rialzo del seno mascellare superiore al 99%.

SINUS LIFTING ESTERNO

Mediante piezochirurgia (PIEZOTOMESATELEC) il medico pratica una finestra nella parete vestibolare del seno attraverso la quale si può raggiungere la membrana sinusale. Essa è separata dalla cavità ossea mediante le fini estremità fissate al dispositivo di piezochirurgia. Si rimuove la tensione nella membrana e può essere rialzata più facilmente manualmente. Dopo la detensione ed il distacco della membrana dall’osso, si può notare che la stessa si muove con la respirazione del paziente.

L’innesto osseo è generalmente ottenuto miscelando biomateriali granulati (osso artificiale) con osso proprio. Esso viene inserito attraverso la finestra tra la membrana sinusale ed il pavimento del seno mascellare. Segue l’applicazione delle membrane di collagene (biomateriale riassorbibile) che chiudono la finestra, evitando la proliferazione dei tessuti molli. Le membrane guidano la guarigione nella direzione desiderata. La sutura chiuderà la ferita e proteggerà l’innesto dai fattori esterni.

Indicazioni e trattamento dopo l’intervento chirurgico di sinus lifting

Dopo aver terminato l’intervento, al paziente viene consigliato un trattamento con farmaci anti-infiammatori, antibiotici, antidolorifici, impacchi freddi e di evitare gli sforzi fisici. Se vengono rispettate queste raccomandazioni la guarigione sarà rapida.

La comunicazione con l’equipe medica è necessaria durante il recupero. Occorrono controlli regolari dopo l’intervento chirurgico.

In generale, la guarigione completa seguita dall’ispessimento del pavimento sinusale ottenendo un nuovo osso avviene tra 8 – 12 mesi. E’ il tempo necessario per stabilizzare l’innesto osseo e per realizzare la completa mineralizzazione dell’osso neoformato.

Vantaggi della tecnica di sinus lifting

  • Precisione grazie all’accesso visivo diretto.
  • Adatto per tutti i casi, non essendo limitata dalle dimensioni dell’osso iniziale.
  • Prevedibilità.

SINUS LIFTING INTERNO

L’accesso al seno avviene proprio con la preparazione necessaria per l’inserimento dell’impianto.

E’ un metodo meno invasivo. Ci vogliono almeno 6 mm di osso.