Le fasi di un impianto dentale

La fase pre-implantologica

  • visita da un medico implantologo
  • la prescrizione e l’esecuzione degli accertamenti sullo stato di salute generale e locale indicati dal medico implantologo
  • lo svolgimento di un piano ottimale per il paziente con la valutazione di tutti i fattori di rischio, cercando di ridurre al minimo o addirittura eliminare questi fattori

 

Fasi implantologica

  • creare un ambiente più rilassante e confortevole possibile per il paziente
  • realizzare l’anestesia a seconda del grado di intervento
  • dopo che l’anestetico ha fatto effetto, viene effettuata una piccola incisione nella gengiva per rivelare l’osso
  • se l’osso è insufficiente, si realizza un innesto osseo
  • dopo la scoperta dell’osso, viene praticato un foro in cui è inserito l’impianto
  • dopo l’inserimento dell’impianto la gengiva è suturata
  • dopo che l’intervento chirurgico è stato terminato con successo, al paziente vengono prescritti vari farmaci da parte del medico specialista e gli sarà spiegato che la reazione infiammatoria è assolutamente normale e fa parte del processo di guarigione
  • al paziente si consiglia di non mangiare nella zona dell’intervento
  • dopo un periodo di circa sette giorni il paziente è chiamato per la rimozione dei punti di sutura
  • il periodo di osteointegrazione dell’impianto dura 3 – 6 mesi, a seconda del paziente. In questo periodo, si fanno dei controlli regolari per osservare l’evoluzione dell’osteointegrazione
  • dopo l’osteointegrazione, sotto anestesia, viene praticata una piccola incisione sopra l’impianto e viene inserito il moncone di guarigione per la gengiva. Si aspetta poi un periodo di circa tre settimane affinché la gengiva si modelli intorno al moncone come intorno ad un dente normale e si realizzi la guarigione

 

Fasi post-implantologica

  • il protesista e il tecnico collaborano per realizzare una corona dentale, un ponte dentale o una protesi dentale mobile
  • la corona dentale sostituisce un solo dente mancante e può essere applicata in circa una settimana dopo l’impianto
  • il ponte dentale sostituisce più denti mancanti nella stessa zona e può essere applicato a uno o due mesi dopo l’impianto
  • le protesi dentali mobili sono caratterizzate dal fatto che possono essere rimosse ogni giorno dal paziente per l’igienizzazione, e possono essere applicate a uno o due mesi dopo l’impianto
  • si raccomanda la spazzolatura ed il detartraggio professionale almeno due volte all’anno
  • si raccomanda una corretta igiene orale per una maggiore durata dell’impianto ed evitare varie infezioni che possono verificarsi nel corso del tempo.